Venerdì, 13 Novembre 2015

Luce: taglia la bolletta in 5 mosse!

Piccoli accorgimenti per risparmiare oltre 300 euro all'anno sulla bolletta dell'energia elettrica.

Viviamo tempi in cui stringere la cinghia è importante per molte famiglie, e con qualche piccola strategia è possibile risparmiare sulla bolletta e salvaguardare il budget familiare. Vediamo come ridurre i consumi energetici in 5 mosse!

Risparmio Bolletta Energia Elettrica

1. Bolletta elettronica

Il controllo delle voci di spesa è più semplice attraverso la bolletta elettronica, che può essere richiesta al gestore per via telematica. Salvandola sul PC, poi, sarà più facile conservarla e non si corre il rischio di smarrirla in mezzo ad altri fogli. Inoltre optando per la fattura elettronica si risparmia sui costi di spedizione e si evitano i ritardi legati all'invio della bolletta cartacea.

All'interno della bolletta sono presenti quattro voci: oneri generali, imposte, servizi di rete e servizi di vendita. Le prime tre sono fisse, dunque l'unica voce da controllare è quella che riguarda i servizi di vendita.

2. Attenzione ai conguagli

Per non incappare in brutte sorprese, bisogna effettuare con regolarità la lettura del contatore.
In caso di richiesta di conguaglio, è necessario controllare il periodo a cui esso corrisponde perché - in teoria - i gestori possono inviare conguagli al massimo una volta l'anno, dato che per regolamento devono effettuare la lettura del contatore una volta ogni 365 giorni.

Nel caso in cui l'importo richiesto risulti corretto, il gestore ha l'obbligo di accordare la rateizzazione. Se invece l'importo del conguaglio non dovesse essere corretto, bisogna sporgere reclamo.

3. Scegliere il mercato tutelato

Di fronte alla scelta fra mercato libero e mercato tutelato, solitamente è meglio optare per il secondo, che presenta tariffe fisse. Il mercato libero, invece, prevede tariffe variabili che molto spesso si rivelano vantaggiose solamente nei primi mesi del contratto. Si tratta dunque di una soluzione solo in apparenza più economica, dato che analizzando i contratti nel dettaglio si scopre che il mercato tutelato tende ad essere più conveniente.

4. La tariffa più adatta

Per poter risparmiare è fondamentale scegliere la tariffa che meglio si adatta alle proprie esigenze di consumo. Prima di sottoscrivere un contratto, dunque, mettete a confronto le diverse tariffe con l'uso che si fa dell'energia in casa, in modo da poter scegliere la soluzione giusta (ad esempio mono-oraria oppure bi-oraria).

5. Utilizzo degli elettrodomestici

Il risparmio sulla bolletta non può prescindere da un uso corretto degli elettrodomestici.
Le regole da seguire non sono tante e hanno a che fare soprattutto con il buon senso: spegnere un elettrodomestico quando è inutilizzato, servirsi di lavatrice e lavastoviglie solamente a pieno carico e staccare la spina a tutti gli apparecchi elettrici che non sono in funzione.

Piccoli accorgimenti, che però sono sufficienti per risparmiare diverse decine di euro ogni anno sulla bolletta.

Letto 1809 volte Ultima modifica il Mercoledì, 18 Novembre 2015 15:44
« Novembre 2017 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30      

Hai bisogno di aiuto?

Vuoi maggiori informazioni sui nostri prestiti? Visita le FAQ o contattaci.

Numero Verde Prestiter

Prestiter offre finanziamenti con Cessione del Quinto e Prestito Delega a Dipendenti e Pensionati, in tutta Italia.