Venerdì, 15 Maggio 2015

Volano le esportazioni a marzo 2015. Economia italiana in ripresa?

Buone notizie per l'Italia: i dati Istat relativi a marzo 2015 parlano di una ripresa economica lenta ma concreta del nostro Paese, trascinata soprattutto dal settore delle esportazioni.

Secondo l'Istituto Nazionale di Statistica, infatti, la crescita dell'export italiano ha registrato a marzo un +1,8% su base mensile e un ancora più incoraggiante +9,2% su base annua, la migliore performance da agosto del 2011.

Export Italia

I mercati

I mercati privilegiati dell'export italiano restano quelli europei di Francia e Germania che nell'ultimo trimestre - dopo un periodo precedente di oggettive difficoltà in cui i volumi di acquisto erano calati - hanno visto un notevole miglioramento, contribuendo a far raggiungere alle vendite nel Vecchio Continente dei prodotti Made in Italy un lusinghiero 6,1%.

Ma i prodotti italiani vendono bene anche nel Regno Unito, in Polonia e in Spagna. Senza contare i dati relativi ai mercati extra europei dove i prodotti italiani raggiungono risultati molto soddisfacenti, soprattutto negli Stati Uniti. Bene anche le richieste provenienti dalla Cina che registrano un notevole +51,9%.

I settori

Fra i settori merceologici maggiormente interessati dall'incremento dell'export abbiamo il comparto delle auto che è cresciuto del 28%  rispetto al trimestre precedente. Vanno bene anche l'elettronica e l'alimentare che, in particolare, raggiunge un aumento a doppia cifra, segno questo che il cibo e la cucina italiani esercitano ancora il loro notevole fascino nel mondo.

Un po' meno entusiasmanti ma sempre brillanti anche i dati relative alle vendite di arredamento, abbigliamento ma soprattutto prodotti più industriali come macchinari di produzione e metalli. Infine, una new entry nella classifica dei beni maggiormente esportati, +28,5% per la categoria che comprende articoli sportivi, giocattoli, strumenti musicali e macchinari medici.

Le cause

Ma quali sono le motivazioni che hanno spinto ad un incremento così rapido delle esportazioni a marzo 2015? Sicuramente parte del merito è da attribuire alla ripresa dell'economia, soprattutto nei Paesi nei quali c'è stata maggiore richiesta del Made in Italy.

Ma gli analisti ricordano che nel mese di marzo 2015 i giorni lavorativi sono stati 22 invece dei 21 di marzo 2014: queste sole 24 ore lavorative in più avrebbero pesato almeno per una maggiorazione del 7,8% sulle esportazioni.

Altri esperti, inoltre, sostengono che il merito sia tutto della mutazione del rapporto tra euro e dollaro.

Qualunque sia la causa, un solo dato sembra essere certo: l'avanzo commerciale è pari a circa quattro miliardi, dato che nello stesso mese del 2013 raggiungeva "solo" i 3,8 miliardi di euro. Una buona notizia per l'economia italiana e un motivo in più per premere l'acceleratore sul pedale dell'export.

« Ottobre 2018 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        

Hai bisogno di aiuto?

Vuoi maggiori informazioni sui nostri prestiti? Visita le FAQ o contattaci.

Numero Verde Prestiter

Prestiter offre finanziamenti con Cessione del Quinto e Prestito Delega a Dipendenti e Pensionati, in tutta Italia.