Venerdì, 25 Luglio 2014

Telefonare e navigare in Europa: da luglio costa meno

Dal primo luglio sono state modificate le tariffe relative al roaming nell'Unione Europea. Cosa significa? Che da quasi un mese telefonare e navigare con il proprio cellulare all'estero costa sensibilmente meno.

Il processo cominciato con questa mossa è soltanto il primo passo che porterà entro l'anno prossimo ad azzerare le differenze di prezzo fra le chiamate all'estero e quelle nella propria nazione. A partire dal 2007, anno in cui è entrata in vigore la cosiddetta "Eurotariffa", i costi di utilizzo del cellulare all'estero sono calati ben dell'80%.

Telefonare all'estero

Le nuove tariffe riguardanti il roaming resteranno valide dal 1° luglio 2014 sino al 15 dicembre 2015.

Nell'arco di questo periodo, le telefonate effettuate all'estero costeranno 19 cents al minuto, mentre il costo precedente era di 24 centesimi al minuto. Allo stesso modo è stato abbassato il costo per le chiamate in ricezione, passato da 7 a 5 cents al minuto.

Gli SMS verso qualunque operatore costeranno 6 centesimi (in precedenza erano 8 cents), mentre per quanto concerne il traffico dati ogni MB scaricato verrà a costare 20 centesimi: in questo caso la riduzione è notevole, visto che la tariffa precedente era di 45 cents.

(I prezzi qui riportati non tengono conto dell'IVA.)

Si può registrare una riduzione media dei costi del 25%, ad eccezione del traffico dati la cui tariffa è stata più che dimezzata (55% in meno).
Bisogna precisare, inoltre, che queste sono le tariffe massimali, gli operatori dunque possono offrire prezzi più convenienti o promozioni che consentano di risparmiare ancora di più.

Prima di partire all'estero, è bene valutare diversi aspetti in modo da scegliere la tariffa o il pacchetto promozionale più adatti e non spendere più del necessario.

Sarebbe bene avere un'idea di quante telefonate, all'incirca, si dovranno fare e ricevere e del tempo in cui verrà utilizzato lo smartphone per navigare. Utile anche sapere se il cellulare verrà utilizzato per tutto il periodo in cui si rimarrà all'estero oppure solamente per pochi giorni. In caso di permanenza prolungata all'estero, sarebbe più opportuno acquistare una SIM locale, in particolare per diminuire i costi di navigazione e se si dovranno effettuare chiamate interne alla nazione e non estere.

Se si sceglie di non navigare in rete all'estero, meglio disattivare la "connessione dati" e sfruttare il più possibile le reti free wi-fi. Infine, è importante monitorare con costanza i consumi relativi a telefonate, messaggi e traffico dati, stando attenti a non superare i limiti previsti dalla tariffa.

Letto 2385 volte Ultima modifica il Venerdì, 25 Luglio 2014 17:15
« Ottobre 2018 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        

Hai bisogno di aiuto?

Vuoi maggiori informazioni sui nostri prestiti? Visita le FAQ o contattaci.

Numero Verde Prestiter

Prestiter offre finanziamenti con Cessione del Quinto e Prestito Delega a Dipendenti e Pensionati, in tutta Italia.